La giusta COMPETIZIONE nella COPPIA

La giusta COMPETIZIONE nella COPPIA

La vita è già una competizione, teniamola fuori dalla coppia. E se proprio ci piace alimentare il fuoco della passione con un pizzico di competizione nella coppia, facciamo che sia quella giusta.



TI È PIACIUTO QUESTO ARTICOLO, CONDIVIDILO CON I TUOI AMICI!

L’equilibrio nella coppia cambia come la battigia da mattina a sera

Diciamocelo chiaro e subito, le relazioni di coppia subiscono sempre, e dico sempre, delle sfide. L’equilibrio è talmente fragile che si scuote dinanzi al cambio casa, cambio lavoro, avanzamento di carriera, un parente che si ammala, figli che nascono, figli che crescono, amicizie nuove, amicizie che ritornano… Tutto rischia di rinforzare o di distruggere l’equilibrio della coppia. Dopo aver parlato dei tre errori comuni nelle relazioni di coppia e dei tre errori emotivi nei rapporti di coppia, qui dedico un articolo allo spirito di competizione nella coppia.

La competizione è sbagliata quando uno dei due perde

Partendo dalle riflessioni dello psicologo Gregory Jantz potremmo distinguere la competizione in due tipi: quella sbagliata e quella sana.

La competizione è sbagliata quando uno dei due perde. Per fare degli esempi parliamo dell’amore dei figli, che non si vince ma piuttosto si esalta, si condivide, si accresce. Parliamo delle discussioni interminabili, dove uno dei due deve sempre avere l’ultima parola. In un altro articolo abbiamo già visto che parlare con rabbia non porta a nulla di buono, in più, vorrei suggerire che il silenzio è utile anche per zittire le discussioni e far capire il proprio punto di vista.


Corso dal vivo

Vuoi migliorare alcune relazioni sul lavoro o in famiglia? Vuoi gestire meglio le tue emozioni? Vuoi avere più tempo per pensare a cosa VOLER fare/essere/avere e non a cosa non volere più?  » Offerta in corso » TUA per 150€ anziché 180€

Voglio spaperne di più


Il silenzio al momento giusto dimostra che non si vuole urlare, che non si vuole “lottare” verbalmente ma che si può aspettare un momento più sereno. La competizione è sbagliata se lei si ritrova a fare gara con la super modella della tele o lui con l’attore del film appena visto. Anche il paragone con l’amica più magra o il collega più elegante rischiano di portare solo tristezza e litigi.

La competizione sana è quella che fa vincere entrambi

Teniamola, invece, la competizione nel gioco: nelle gare sportive ai campetti la domenica, alle gare dell’oratorio tra uomini e donne, a Monopoli, a chi vince all’Allegro Chirurgo, a chi fa più flessioni o a chi resiste di più in equilibrio sulla Balanced Board o chi arriva a superare il minuto nell’esercizio plank per gli addominali e schiena.

La competizione sana è quella che fa vincere entrambi. Sfidandovi a sane competizioni sportive ne beneficiano entrambi muovendosi e dando serotonina e dopamina al corpo. Gareggiando a chi fa le lasagne più buone, migliorate entrambi con giudizi sinceri e costruttivi. Sfidandovi a chi estrae più pezzi dal gioco dell’Allegro Chirurgo migliorate le vostre abilità di pazienza e fermezza… E che vinca il migliore!



TI È PIACIUTO QUESTO ARTICOLO, CONDIVIDILO CON I TUOI AMICI!

Ciao, sono Debora, sperò che questo articolo “La giusta COMPETIZIONE nella COPPIA” ti sia piacito. Se hai una domanda sull’argomento lasciami un commento e sarò molto felice di risponderti. Per approfondire puoi guardare anche il video, di presentazione del metodo Indipendenza Emotiva. Ciao, grazie e a presto!




Parlati come parleresti alla persona amata. Applica oggi la PNL a tuo beneficio: in famiglia, in ufficio… nella tua mente e nel tuo cuore! Ti seguirò passo passo anche nel gruppo di supporto incluso. Puoi iniziare adesso con la formazione online.















Articoli più letti…


IGIENE EMOZIONALE: cos'è e perché PREOCCUPARSENE IGIENE EMOZIONALE: cos’è e perché PREOCCUPARSENE
Da un secolo la nostra aspettativa di vita è cambiata perché ci prendiamo più cura della nostra igiene personale. Ma cosa succederebbe se tenessimo in conto l’igiene emozionale tanto quanto quella del corpo? Il simpatico psicologo Guy Winch in un…

La SFIDA dei 30 giorni per una NUOVA ABITUDINE La SFIDA dei 30 giorni per una NUOVA ABITUDINE
Ecco un modo semplice e 4 indicazioni fondamentali per adottare una nuova abitudine senza accorgersene con la sfida dei 30 giorni. Sto guardando TED e arrivo su questo simpatico video di Matt Cutts, ingegnere in Google dal 2000 e seguo la sua semplice…

Concetto di togliere anziché mettere per facilitarsi la vita Concetto di togliere anziché mettere per facilitarsi la vita
In questo articolo e due audio podcast ti parlo del concetto di togliere anziché di aggiungere. È liberatorio e molto efficace come concetto: non è necessario aggiungere per risolvere le cose perché spesso è sufficiente togliere. Vediamo come….





Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *